catepol 2.0 - Stream of bloggers' consciousness RSS

La blogosfera (se esiste) e di cosa (s)parla

Feedatevi!


Per tutto il resto c'è Catepol 3.0

Catepol's stream of consciousness in serendipity, scatti dalla blogosfera e non solo.





Archive

Jan
4th
Wed
permalink
Ben vengano inoltre i blog che aiutano a capire come funzionino e come utilizzarli al meglio (tipo questo, tanto per citare il primo che mi viene in mente), di cui ci sarà sempre bisogno perché nessuno nasce imparato, nemmeno i guru.
Comments (View)

Dec
30th
Fri
permalink
Per dire…i blog che legge Mantellini hanno scritto molto meno di me nel 2011, volendo stare alle statistiche, e di molti tra i blogger che leggo, logorroici come me, ma non è questo il punto.
Comments (View)

Dec
6th
Tue
permalink
Il mio essere insegnante non si esaurisce al suono della campanella e ci vediamo domani. Fino a domani ognuno per la sua vita. Se così fosse, anche incontrare per strada o al supermercato gli alunni, scambiarci due chiacchiere amichevoli e farsi due risate, dovrebbe essere vietato da una circolare. Se, poi, hai la sfortuna di vivere nello stesso condominio dove vive qualche alunno, guai a te se lo saluti o gli rivolgi la parola in ascensore. La chiusura, il divieto, a priori è il vero male.
Comments (View)

Dec
4th
Sun
permalink

I nuovi mostri: le “vere” #twitstar

Dinanzi allo scontento da parte di alcuni twitteri per l’arrivo dei famosi, non posso fare a meno di ricordare che lo stesso Twitter ha creato dei mostri, gli autoproclamatisi esperti di social media, gente che si fa le interviste a vicenda su blog che leggono solo loro, che ritiene che essere arrivato su Twitter per primo equivalga ad aver compiuto il primo passo luna, che fa classifiche basate su criteri random nelle quali si proclamano vincitori. Insomma possiamo ritenerci fortunati se non hanno fatto il calendario dei “social media evangelists”. Ma, non dispererei, alla fine dell’anno manca ancora qualche settimana. No, sul serio, se sopportiamo loro, ma che fastidio ci può dare Fabio Volo?

Comments (View)

Nov
6th
Sun
permalink
Comments (View)

Oct
29th
Sat
permalink
stolenword:

Book Art
“…carved a gun from Marshall McLuhan’s The Medium Is the Massage.” 
Artist: Robert The

stolenword:

Book Art

“…carved a gun from Marshall McLuhan’s The Medium Is the Massage.”

Artist: Robert The

(via libraryland)

Comments (View)

Oct
16th
Sun
permalink
Perché fare le rivoluzioni di due ore e mezza, sospese al calar della sera per togliersi il passamontagna e andarsi a mangiare una pizza, è davvero una cosa da gente piccola, mediocre e meschinella. Date retta, provate con la Playstation. Vi si addice di più.
Comments (View)

Sep
19th
Mon
permalink

(Source: andreacasadei)

Comments (View)

Sep
6th
Tue
permalink
Congiuntivo è morto.

Congiuntivo è morto.

(via inveceerauncalesse)

Comments (View)

Sep
4th
Sun
permalink
Comments (View)

Sep
3rd
Sat
permalink
La domanda giusta è come ha fatto ad arrivare li? Come posso farcela anche io? Poi ricordatevi che per 1 persona che arriva 100.000 non ce la fanno, non c’è posto per tutti lassù.
— wolly su FF
Comments (View)

Jul
1st
Fri
permalink
Comments (View)

Jun
6th
Mon
permalink
Comments (View)

May
24th
Tue
permalink
Più leggete, meno correrete il rischio di rendervi ridicoli con la penna o il computer.
— Stephen King (via lalunaditraverso)

(via angeloricci)

Comments (View)

permalink
It’s also about brevity. You know what the majority of people calling themselves social media experts can’t do, among other things? THEY CAN’T WRITE. The number of “experts” out there who can’t string a simple sentence together astounds me. Guess what — if we have about three seconds to get our message across to a new customer, you know what’s going to do it? Not Twitter followers. Not Facebook fans. Not Foursquare check-ins – NO. What’s going to do it is GOOD WRITING, END OF STORY. Good writing is brevity, and brevity is marketing. Want to lose me as a customer, forever, guaranteed? Have a grammar error on any form of outward communication.
Comments (View)